Vai al menù principale |  Vai ai contenuti della pagina
Amministrazione Trasparente

icoIn primo piano

icoAree Tematiche

icoServizi OnLine

icoAltri Servizi

Seguici su Facebook
Dimensione testo:
     

GUIDA AI SERVIZI

AFFIDO

Questo servizio è stato letto 8217 volte
Visualizza le news dell'area: Servizi alla persona

Questo servizio è collegato ai seguenti Eventi della vita: Adozione e affidamento

L'affido familiare è previsto e regolamentato dalla Legge 184/1983 "Disciplina dell'adozione e dell'affidamento dei minori", modificata con la Legge 149/2001 "Diritto del minore ad una famiglia", che sancisce il diritto del minore a crescere ed essere educato nell'ambito della propria famiglia (art. 1).


L'affido familiare è un intervento, "a termine", di aiuto e di sostegno ad un minore ed alla sua famiglia che si trova a vivere una situazione temporanea di difficoltà.


Attraverso l'affido il bambino incontra una famiglia che, accogliendolo nella propria casa e nella propria vita, si impegna ad assicurare una adeguata risposta a tutti i suoi bisogni affettivi, educativi, di mantenimento e di istruzione, nel rispetto della sua storia individuale e familiare e delle sue relazioni significative

Le caratteristiche dell'affido sono:

  • La temporaneità: il periodo di affido non può superare la durata di 24 mesi. L'affido è prorogabile solo dal Tribunale per i Minori qualora la sospensione dell'affido rechi pregiudizio al minore
  • Il mantenimento dei rapporti tra il bambino e la sua famiglia di origine, regolati dai Servizi territoriali
  • Il supporto al minore, alla sua famiglia d'origine e alla famiglia affidataria, garantito dai Servizi territoriali
  • Il rientro del minore nel suo nucleo familiare di origine una volta superata la situazione di crisi

L'affido può essere consensuale quando la famiglia di origine condivide il progetto di affido oppure giudiziale quando quest'ultimo è disposto dal Tribunale dei Minori.


L'affido può essere inoltre:

  • residenziale quando il minore si trasferisce a vivere presso la famiglia affidataria per un periodo che può variare da qualche settimana a più anni. È il tipo di affido più comune.
  • a tempo parziale quando il minore trascorre con la famiglia affidataria parte del giorno, i fine settimana o un periodo di vacanza.

 

A CHI RIVOLGERSI:

Le persone che desiderano avere informazioni sull'affido familiare si possono rivolgere al:

 

  • Servizio Affidi presso Ufficio di Piano, Comune di Magenta, Piazza Formenti n. 1, tel. 320.4317502 (Servizio Affidi) oppure tel. 02.9784503 (Ufficio di Piano), fax 02.97293275, e-mail: servizio.affidi@comunedimagenta.it
  • Servizio Affidi presso Azienda Sociale, Castano Primo, Via Matteotti, 21, tel. 320.4317502 (Servizio Affidi) oppure tel. 0331.883362 (Servizio Minori e Famiglia), fax 0331. 878339, e-mail: servizioaffidi@aziendacastano.it


Orari di apertura al pubblico:
Da lunedì a giovedì
Dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 13.30 alle 16.30

COSA OCCORRE:

Per diventare affidatari è necessario intraprendere un percorso di conoscenza che si realizza attraverso colloqui individuali ed incontri di gruppo con l'assistente sociale e la psicologa del Servizio Affidi. Gli incontri sono finalizzati a mettere in luce le motivazioni, le aspettative, le caratteristiche e le disponibilità delle famiglie, candidate all'affido.


Le famiglie affidatarie possono beneficiare di un contributo fisso mensile, di una copertura assicurativa e di eventuali rimborsi per spese straordinarie, congedi, assegni familiari, detrazioni d'imposta, etc.